mercoledì 5 dicembre 2012

Mi è stato detto che una perdita non passa, ma con certe esperienze, con certe mancanze, ci si convive. Probabilmente è vero, chi lo sa. Oggi è passato un anno preciso da quando mia madre è morta, sembra una vita, invece sono passati solo 365 miseri giorni.
Il 14 di novembre, questo novembre, ho perso anche mio padre. Dopo sei mesi passati a rincorrere un miracolo per poterlo salvare, non ce l'ha fatta, ha lasciato me e mio fratello orfani. La colpa è stata di un tumore maledetto che gli ha tolto la dignità, come se tutta la fatica dei suoi 56 anni precedenti non fosse servita a nulla, lo ha allettato, non gli ha permesso di condurre normalmente i suoi ultimi istanti di vita. Una morte indegna, schifosa, che una persona buona, bella, generosa e serena come lui, non si meritava. Non se la merita nessuno, ma ognuno guarda alla sua esperienza e mi verrebbe da urlare a gran voce è stato tutto ingiusto, soprattutto per Claudio, mio babbo.
Vorrei solo che qualcuno, chiunque, mi desse una ragione anche piccolissima, per non credere che la vita si prende gioco di tutti noi come se fossimo delle bamboline sceme.
Non sono una donna disillusa, sia ben chiaro, sono una persona forte, fiera e sicura della buona riuscita dei suoi sforzi futuri, però diciamocelo..: quanta merda va ingoiata prima di trovare una serenità che non ha bisogno di self control?

Avrei voluto scrivere tanto di più, soprattutto di mio padre, eppure ho un blocco..che peccato.

Mamma, babbo, vi voglio bene.

13 commenti:

  1. difficile cercare ragioni o giustificazioni di fronte a queste cose, l'unica cosa che mi sento di fare è stare in silenzio, che ogni discorso è superfluo...tu puoi anche non riuscire adesso a scrivere niente dei tuoi genitori, con quello che sei e che fai stai dimostrando il bellissimo lavoro che hanno fatto crescendo una figlia come te, e ne saranno sicuramente orgogliosi!
    un abbraccio, mi dispiace tanto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. So che adesso sarebbero orgogliosi di me è di mio fratello :)

      Elimina
  2. credo sia impossibile trovare ragioni a perdite così... forse dovremmo solo essere grati per avere avuto persone tanto speciali nella nostra vita...un abbraccio... BS

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti sono grata di ogni attimo, ma maledico tutti quelli che mi sono stati negati prima del tempo

      Elimina
  3. E' vero, con certi dolori prima o po' impari a convivere, ma poi qualcosa torna e la ferita si riapre e tu ti chiedi perché... ma la verità è che una risposta, non c'è ... un grandissimo abbraccione!

    RispondiElimina
  4. Io non so che dirti.
    Solo che non ti conosco ma ti abbraccio da lontano...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai, non bisogna dire necessariamente qualcosa, l'ho imparato con l'esperienza. Un abbraccio ha più valore se non è sovraccaricato da frasi di rito :)

      Elimina
  5. Ti regalo un cuore anche se non potrà attenuare alcun dolore..

    RispondiElimina

  6. Invitation - inglês
    I'm Brazilian.
    Spent reading here, and visit his blog.
    I also have one, only much simpler.
    I'm inviting you to visit me, and if possible follow together for them and with them. I always liked to write, expose and share my ideas with people, regardless of class Social, Religious Creed, the Sexual Orientation, or, of Ethnicity.
    To me, what will interest is our exchange of ideas, and, thoughts.
    I'm there in my space Simpleton, waiting for you.
    And I'm already following your blog.
    Strength, Peace, Friendship and Happiness
    For you, a hug from Brazil.
    www.josemariacosta.com

    Invito - italy
    Io sono brasiliano.
    Dedicato alla lettura di qui, e visitare il suo blog.
    ho anche uno, soltanto molto più semplice.
    'm vi invita a farmi visita, e, se possibile seguire insieme per loro e con loro. Mi è sempre piaciuto scrivere, esporre e condividere le mie idee con le persone, a prescindere dalla classe sociale, credo religioso, l'orientamento sessuale, o, di Razza.
    Per me, ciò che il nostro interesse è lo scambio di idee, e, pensieri.
    'm lì nel mio Grullo spazio, in attesa per voi.
    E sto già seguendo il tuo blog.
    Forza, pace, amicizia e felicità
    Per te, un abbraccio dal Brasile.
    www.josemariacosta.com

    RispondiElimina
  7. Dire mi spiace è poco, so bene cosa si prova quando si perde qualcuno di importante.. A me viene ancora il magone dopo anni a parlarne.. Quindi.. non voglio fare la finta moralista, per benista dei miei stivali voglio solo dirti di fare, sfogare, trovare un qualcosa che lui avrebbe voluto per te. Rendilo fiero, anche se scommetto che è super fiero di te, sei una ragazza forte. Si legge da ciò che scrivi! Un abbraccio virtuale è ciò che posso offrirti. ♥

    RispondiElimina

Mi è stato detto che una perdita non passa, ma con certe esperienze, con certe mancanze, ci si convive. Probabilmente è vero, chi lo sa. Oggi è passato un anno preciso da quando mia madre è morta, sembra una vita, invece sono passati solo 365 miseri giorni.
Il 14 di novembre, questo novembre, ho perso anche mio padre. Dopo sei mesi passati a rincorrere un miracolo per poterlo salvare, non ce l'ha fatta, ha lasciato me e mio fratello orfani. La colpa è stata di un tumore maledetto che gli ha tolto la dignità, come se tutta la fatica dei suoi 56 anni precedenti non fosse servita a nulla, lo ha allettato, non gli ha permesso di condurre normalmente i suoi ultimi istanti di vita. Una morte indegna, schifosa, che una persona buona, bella, generosa e serena come lui, non si meritava. Non se la merita nessuno, ma ognuno guarda alla sua esperienza e mi verrebbe da urlare a gran voce è stato tutto ingiusto, soprattutto per Claudio, mio babbo.
Vorrei solo che qualcuno, chiunque, mi desse una ragione anche piccolissima, per non credere che la vita si prende gioco di tutti noi come se fossimo delle bamboline sceme.
Non sono una donna disillusa, sia ben chiaro, sono una persona forte, fiera e sicura della buona riuscita dei suoi sforzi futuri, però diciamocelo..: quanta merda va ingoiata prima di trovare una serenità che non ha bisogno di self control?

Avrei voluto scrivere tanto di più, soprattutto di mio padre, eppure ho un blocco..che peccato.

Mamma, babbo, vi voglio bene.

13 commenti:

  1. difficile cercare ragioni o giustificazioni di fronte a queste cose, l'unica cosa che mi sento di fare è stare in silenzio, che ogni discorso è superfluo...tu puoi anche non riuscire adesso a scrivere niente dei tuoi genitori, con quello che sei e che fai stai dimostrando il bellissimo lavoro che hanno fatto crescendo una figlia come te, e ne saranno sicuramente orgogliosi!
    un abbraccio, mi dispiace tanto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. So che adesso sarebbero orgogliosi di me è di mio fratello :)

      Elimina
  2. credo sia impossibile trovare ragioni a perdite così... forse dovremmo solo essere grati per avere avuto persone tanto speciali nella nostra vita...un abbraccio... BS

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti sono grata di ogni attimo, ma maledico tutti quelli che mi sono stati negati prima del tempo

      Elimina
  3. E' vero, con certi dolori prima o po' impari a convivere, ma poi qualcosa torna e la ferita si riapre e tu ti chiedi perché... ma la verità è che una risposta, non c'è ... un grandissimo abbraccione!

    RispondiElimina
  4. Io non so che dirti.
    Solo che non ti conosco ma ti abbraccio da lontano...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai, non bisogna dire necessariamente qualcosa, l'ho imparato con l'esperienza. Un abbraccio ha più valore se non è sovraccaricato da frasi di rito :)

      Elimina
  5. Ti regalo un cuore anche se non potrà attenuare alcun dolore..

    RispondiElimina

  6. Invitation - inglês
    I'm Brazilian.
    Spent reading here, and visit his blog.
    I also have one, only much simpler.
    I'm inviting you to visit me, and if possible follow together for them and with them. I always liked to write, expose and share my ideas with people, regardless of class Social, Religious Creed, the Sexual Orientation, or, of Ethnicity.
    To me, what will interest is our exchange of ideas, and, thoughts.
    I'm there in my space Simpleton, waiting for you.
    And I'm already following your blog.
    Strength, Peace, Friendship and Happiness
    For you, a hug from Brazil.
    www.josemariacosta.com

    Invito - italy
    Io sono brasiliano.
    Dedicato alla lettura di qui, e visitare il suo blog.
    ho anche uno, soltanto molto più semplice.
    'm vi invita a farmi visita, e, se possibile seguire insieme per loro e con loro. Mi è sempre piaciuto scrivere, esporre e condividere le mie idee con le persone, a prescindere dalla classe sociale, credo religioso, l'orientamento sessuale, o, di Razza.
    Per me, ciò che il nostro interesse è lo scambio di idee, e, pensieri.
    'm lì nel mio Grullo spazio, in attesa per voi.
    E sto già seguendo il tuo blog.
    Forza, pace, amicizia e felicità
    Per te, un abbraccio dal Brasile.
    www.josemariacosta.com

    RispondiElimina
  7. Dire mi spiace è poco, so bene cosa si prova quando si perde qualcuno di importante.. A me viene ancora il magone dopo anni a parlarne.. Quindi.. non voglio fare la finta moralista, per benista dei miei stivali voglio solo dirti di fare, sfogare, trovare un qualcosa che lui avrebbe voluto per te. Rendilo fiero, anche se scommetto che è super fiero di te, sei una ragazza forte. Si legge da ciò che scrivi! Un abbraccio virtuale è ciò che posso offrirti. ♥

    RispondiElimina

Categories